Pagina seguente

Menù

 

Scarica il PDF: Dettaglio Operativo BVI

MANUALE OPERATIVO BUONI VACANZE ITALIA

Che cosa sono i Buoni Vacanze

I "buoni vacanze" sono emessi dalla Associazione "Buoni Vacanze Italia", a fronte del contributo statale ai sensi dell'art. 10 della legge 29 marzo 2001 n. 135, regolato dal DPCM 21 ottobre 2008.

L'agevolazione statale avviene attraverso l'applicazione di uno sconto percentuale (dal 20 al 45%, secondo le fasce di reddito) sull'importo dei buoni richiesti fino ad un massimo legato al numero dei componenti la famiglia.

I cittadini possono acquistare dei Buoni per un importo a scelta, con lo sconto rappresentato dal contributo statale (vedi tabella successiva) in un blocchetto composto da vari Buoni (del valore singolo di 20 o 5 euro) spendibili:

  • dove uno vuole (purché nelle strutture convenzionate che aderiscono al sistema, presenti nella Guida on line di www.buonivacanze.it).

  • come uno vuole (in un'unica vacanza o in più momenti)

  • e nei periodi che si desidera scegliere fino alla scadenza indicata sul Buono.

Ad esempio una famiglia di 4 persone con reddito inferiore ai 25.000 euro, può richiedere un libretto di buoni per un valore totale fino a 1230 euro, pagandoli solo 676,50 (55%). Li può spendere singolarmente anche in diversi periodi presso le diverse strutture convenzionate, che a loro volta applicano un ulteriore sconto su prezzi normalmente praticati nel periodo.

II Buono non da diritto a ricevere somme di denaro né ad ottenere prestazioni o beni differenti da quelli previsti. Non potrà essere utilizzato da persone diverse dal titolare ad eccezione degli eventuali componenti del nucleo familiare che lo accompagnino.

Chi può richiedere i Buoni Vacanze

Hanno diritto ad ottenere il contributo statale i cittadini italiani maggiorenni, regolarmente residenti in Italia, come nucleo familiare composto da una o più persone, in base alla seguente tabella di reddito.

 

Numero componenti nucleo famililare

Redditi lordi del nucleo familiare

Importo massimo del valore dei buoni ai fini del calcolo del contributo Percentuale di contributo statale da applicare e corrispondente importo dello sconto appplicato Importo a carico del richiedente da versare in banca
1 da 0 a 10.000 € € 500,00 45% € 225,00 € 275,00
1 da 10.000 a 15.000 € € 500,00 30% € 150,00 € 350,00
1 da 15.000 a 20.000 € € 500,00 20% € 100,00 € 400,00
2 da 0 a 15.000 € € 785,00 45% € 353,25 € 431,75
2 da 15.000 a 20.000 € € 785,00 30% € 235,50 € 549,50
2 da 20.000 a 25.000 € € 785,00 20% € 157,00 € 628,00
3 da 0 a 20.000 € € 1.020,00 45% € 459,00 € 561,00
3 da 20.000 a 25.000 € € 1.020,00 30% € 306,00 € 714,00
3 da 25.000 a 30.000 € € 1.020,00 20% € 204,00 € 816,00
4 e oltre da 0 a 25.000 € € 1.230,00 45% € 553,50 € 676,50
4 e oltre da 25.000 a 30.000 € € 1.230,00 30% € 369,00 € 861,00
4 e oltre da 30.000 a 35.000 € € 1.230,00 20% € 246,00 € 984,00
           

 

Il valore dei Buoni Vacanze richiedibili non ha limite. Rimane invariato lo sconto applicato secondo le percentuali spettanti, indicato nella colonna D. Si possono anche richiedere importi inferiori a quelli massimi, ma verrà naturalmente ricalcolato il contributo/sconto in percentuale.

Il modulo di prenotazione sul sito permette l'esatto calcolo degli importi, evitando errori.

Il "reddito lordo del nucleo familiare" va inteso come il semplice cumulo dei redditi IRPEF dichiarati per l'anno 2008 da tutti i componenti familiari, o dei redditi risultanti dai CUD in caso di mancata dichiarazione IRPEF.

Per "nucleo familiare" si intendono i soggetti componenti la famiglia anagrafica (certificato di stato di famiglia), salvo quanto stabilito dall'art. 1 del DPCM 4 aprile 2001, n.242.

I Buoni vengono assegnati fino ad esaurimento dei fondi disponibili, sulla base del criterio di priorità cronologica di inoltro della richiesta stessa, contestuale al versamento dell'importo residuo a carico del richiedente, presso la Banca.

II contributo può essere erogato una sola volta per nucleo familiare per l'anno 2010.

Quando scadono

I Buoni Vacanze di questa prima emissione (si parte il 20 Gennaio) dovranno essere utilizzati entro la data indicata sul Buono stesso che al momento è fissata al 30 Giugno 2010.

Come sono fatti i Buoni Vacanze


I Buoni Vacanze sono stampati su carta antifalsificazione e recano logo Buoni Vacanze Italia e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Sono in un blocchetto che contiene diversi Buoni di taglio da € 20,00 e € 5,00. Pertanto gli importi richiedibili devono essere divisibili per cinque euro.

 

FAC

SIMILE

 
Dove utilizzare i Buoni Vacanze

II Buono sarà spendibile in tutte le strutture turistiche che aderiscono al sistema, consultateli nel catalogo "Guida ai servizi turistici convenzionati" del sito www.buonivacanze.it. Attualmente oltre mille strutture turistiche ed operatori aderiscono alla Guida.

Il criterio di consultazione permette di effettuare la ricerca in base a vari criteri: per nome, geografici (città, regione e/o provincia), per tipologia (alberghi, villaggi, camping, agriturismo, ristoranti, dimore storiche, B&B, ostelli, case per ferie, villaggi turistici, terme. agenzie, parchi) oppure per ubicazione (città, mare, montagna, lago, collina, campagna).

Il Buono non potrà essere utilizzato all'interno del proprio Comune di residenza né al di fuori dello Stato italiano.